BIOGRAFIA

La storia dei Sonohra in immagini

200820092010201120122013

La storia parte da qui

Siamo a Verona: è il 27 Febbraio 1982 e in casa Fainello arriva Luca. Quattro anni più tardi, il 27 Novembre del 1986, a Luca si aggiunge un fratellino: Diego.

  Sonohra - Piccoli Luca e Diego Fainello

Nella famiglia Fainello, dove il nonno è violinista e la mamma è cantante, si respira musica: è così che Luca e Diego cominciano da subito a muovere i primi passi verso la loro carriera di artisti.

 

Sempre supportati e incoraggiati dai genitori, imparano ad ascoltare, a suonare diversi strumenti e a comporre canzoni. Si appassionano soprattutto alla musica pop e rock degli anni ’70 e ‘80, con una speciale predilezione per il blues storico.

 

Sonohra - Giovani Luca e Diego FainelloTra un concorso musicale e un concerto live nei locali della zona, Luca e Diego formano i 2tto, incidendo tra gli altri il singolo Grido e canto e la sigla italiana del cartone animato Ufo baby. Cambiano successivamente il nome del loro duo in Domino, e così firmano il singolo Come tu mi vuoi.

 

Generalmente è Luca a scrivere i testi, mentre Diego compone le musiche eSonohra - Giovane Luca Fainello cura gli arrangiamenti. Crescendo, i ragazzi affinano il loro gusto musicale, aprendosi alle influenze non solo del linguaggio rock ma anche a quello delle più nuove frontiere del britpop.

 

Continuano ad esibirsi unplugged in diversi palchi attorno al lago di Garda ed è proprio in una di queste occasioni che raggiungono la maturità ed i contatti necessari per decollare come Sonohra

 

La carriera

Sonohra - Sonoran desertSonohra è il nome che i fratelli Luca e Diego Fainello scelgono per il loro duo ispirandosi all’omonimo deserto americano che si trova tra Stati Uniti e Messico. Sonohra vuole simboleggiare l’incondizionata libertà della musica che, come il deserto, non lascia intravedere i propri confini; per assonanza con “suono ora“, poi, questo nome rappresenta perfettamente la vocazione di Luca e Diego da sempre.

 

I Sonohra esordiscono nel 2008 sul palco del Festival di Sanremo, dove vincono nella categoria Giovani con il brano L’amore: non solo il brano è molto apprezzato da pubblico e critica, ma il video è divenuto uno dei quattro più visti a livello europeo su YouTube, superando gli otto milioni di visualizzazioni.

 

Sonohra - Sanremo 2008Sull’onda di questo successo spiccano il volo sulle vette delle classifiche con Liberi da sempre (2008), Sweet Home Verona (2008) e poi con Libres (2009), promosso in un tour che tocca molti stati d’America. Per la preparazione di Metà (2010), Luca e Diego hanno l’occasione di fare un’altra esperienza indimenticabile: registrare i propri brani a Londra, presso i celebri Abbey Road Studios dei Beatles. Con l’EP completamente in inglese A place for us (2010), inoltre, la band sbarca anche nel mondo del cinema, firmando il brano There’s a place for us per la colonna sonora del film “Le Cronache di Narnia 3 – Il viaggio del veliero”: alla prima londinese del film, i Sonohra sedevano in sala assieme alla regina Elisabetta II.

 

Il 15 maggio 2012 esce il loro nuovo album di inediti, La storia parte da qui, masterizzato da Ted Jensen presso lo studio Sterling Sound. Il disco vanta la partecipazione del grande musicista folk spagnolo Hevia (nel brano Si chiama libertà), dell’artista newyorkese Michael Adrian (nel brano Il re del nulla) e degli Secondhand Serenade (nel brano Nuda fino all’eternità).

Sonohra - La storia parte da qui

 

L’anno 2013 li ha visti impegnati principalmente in due progetti originali: la tournée del Sonohra Acoustic Trio, assieme al basso di LucianoSemSantoro, e la preparazione del nuovo disco che uscirà nel 2014.